Il bando e il disciplinare della gara ‘beauty contest’ 2011

Condividi

Il Ministero dello Sviluppo Economico l’8 luglio 2011 ha reso disponibili il bando e il disciplinare di gara per l’assegnazione di “diritti d’uso di frequenze in banda televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale e terrestre conformemente a quanto previsto dal Regolamento dell’Autorità  per le Garanzie nelle Comunicazioni n. 497/10/CONS”: è il ‘beauty contest’ relativo al ‘dividendo digitale interno’ che prevede l’assegnazione gratuita di diritti d’uso di sei multiplex in banda televisiva a tutti gli operatori nazionali e nuovi entranti, fra cui Sky Italia.

Nota del Ministero dello Sviluppo Economico: Le frequenze messe a gara, cinque in DVB – T e una in DVB – H (o T2) per la creazione di altrettante reti equivalenti, sono state individuate dall’Autorità  nel Piano di assegnazione delle frequenze di cui alla Delibera 300/10/CONS. Come noto, tali atti sono stati definiti in esito ad un approfondito processo di confronto con la Commissione europea che ne ha pienamente condiviso il contenuto e il conseguente regime di allocazione delle frequenze televisive.Il Ministero ha provveduto a comunicare ai soggetti interessati l’immediata decadenza delle autorizzazioni alla sperimentazione su alcuni dei canali oggetto della gara. Si tratta di una gara che, nel rispetto dei principi e delle regole dell’ordinamento europeo, consentirà  di aprire ulteriormente il mercato televisivo italiano a nuovi soggetti e di chiudere la procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese avviata nel 2006.

– ‘Beauty contest’: bando 2011 (.pdf)

– ‘Beauty contest’: disciplinare di gara 2011 (.pdf)