MURDOCH: CAMERON APRE INCHIESTA, DA TYCOON VOGLIAMO ORDINE

SARA’ DIRETTA DA LORD LEVINSON, CHE POTRA’ CONVOCARE TESTIMONI
LONDRA
(ANSA) – LONDRA, 13 LUG – Il primo ministro britannico, David Cameron, ha delineato l’inchiesta giudiziaria sulle intercettazioni e sui media: a dirigerla sarà  Lord Brian Levenson, il quale avrà  il potere di chiamare testimoni, da giornalisti a politici, fino ai proprietari di testate. Rupert Murdoch potrebbe quindi essere obbligato a comparire, anche se decidesse di non presentarsi di fronte alla commissione Cultura, Media e Sport, che lo ha convocato per martedì prossimo. L’inchiesta verrà  condotta in due parti: la prima si occuperà  dell’etica nei media, della loro pluralità  e dei rapporti tra media e politici. Questa prima parte dovrebbe presentare il suo rapporto entro i prossimi 12 mesi. La seconda parte dell’inchiesta esaminerà  invece le intercettazioni al News of the World e ad altri giornali e al rapporto tra media e polizia. Il premier ha anche ribadito la sua posizione sull’offerta di acquisto di News Corporation per BSkyB. “A mio parere questa società  non si dovrebbe concentrare sulle acquisizioni, ma su mettere ordine al suo interno. E questo è ciò su cui questa Camera voterà  stasera”. E ha aggiunto: “Le persone coinvolte, sia che fossero direttamente responsabili o che abbiano fatto passare o coperto certe pratiche, per quanto in alto si trovino, non devono più avere alcun ruolo nei media del nostro Paese. Per quanto riguarda i poliziotti corrotti, ha aggiunto Cameron, il capo di Scotland Yard, Sir Paul Stephenson, ha intenzione di nominare un consulente, il cui compito sarà  di consigliare la forza di polizia sull’etica del loro rapporto con i media. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo