EDITORIA: LAUVERGEON VERSO QUOTIDIANO LIBERATION

Condividi

EX-AD AREVA CHIAMATA A PRESIEDERE CONSIGLIO SORVEGLIANZA
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 13 LUG – L’ex amministratrice delegata di Areva, Anne Lauvergeon, è stata scelta dagli azionisti di Liberation per presiedere il consiglio di sorveglianza dello storico quotidiano della sinistra parigina. Secondo l’edizione odierna di Liberation, Edouard de Rothschild, Jacaranda Caracciolo e Bruno Ledoux hanno annunciato che “voteranno a favore, in occasione di un imminente consiglio di sorveglianza, sulla nomina di Anne Lauvergeon come membro del consiglio di sorveglianza, per portarla alla presidenza”. Per oltre dieci anni, la Lauvergeon è stata amministratrice delegata di Areva, ma il presidente Nicolas Sarkozy – che non l’ha mai amata – ha recentemente deciso di non riconfermarla alla guida del colosso nucleare. Soprannominata ‘Atomic Anne’, la Lauvergeon è stata anche consigliere diplomatico dell’ex presidente socialista Francois Mitterrand. Da parte sua, il direttore di Liberation, Nicolas Demorand, ha detto oggi all’agenzia France presse che l’arrivo della Lauvergeon “non avrà  alcuna influenza sulla linea editoriale del giornale, me ne assumo l’impegno”. “Il consiglio di sorveglianza, voglio sottolinearlo con forza, non ha alcun rapporto, ne relazione, con la redazione di Liberation. Come direttore, sono garante della libertà  assoluta di lavoro dei giornalisti, della loro indipendenza e delle loro buone condizioni di lavoro”, ha aggiunto. “Il consiglio di sorveglianza è un organo di riflessione e di guida strategica”. E l’arrivo della Lauvergeon è “un’idea e una proposta di Edouard de Rothschild alla quale la diretta interessata ha risposto favorevolmenté”. Demorand ha quindi sottolineato che la sua elezione “dovrebbe avvenire entro la fine del mese di luglio”. “Si tratta di un’eccellente notizia per Liberation”, conclude il direttore. Intanto, su Twitter, alcuni giornalisti di Liberation si mostrano stupiti e c’é addirittura chi si chiede se non sia “uno scherzo”. (ANSA).