MURDOCH: JUDE LAW, MCCARTNEY, BECKHAM TRA SPIATI

STAR ALFIE INTERCETTATO A NY PUO’ APRIRE NUOVO FRONTE NEGLI USA
LONDRA
(di Alessandra Baldini) (ANSA) – LONDRA, 17 LUG – Anche Paul McCartney e il calciatore David Beckham nel mirino dei giornalisti spioni delle testate del gruppo Murdoch: il cantante dei Beatles e il calciatore sono l’ultima aggiunta all’elenco di celebrità  nei cui cellulari avrebbero messo il naso i reporter dei tabloid di News International diretti da Rebekah Brooks e dal suo successore Andy Coulson. E intanto lo scandalo delle intercettazioni illegali varca l’Atlantico: dopo l’intervento dell’Fbi che indagherà  sulla possibilità  che testate di Rupert Murdoch abbiano spiato i cellulari di vittime dell’11 settembre, l’attore Jude Law e il suo segretario Ben Jackson hanno denunciato un caso che potrebbe mettere News International sul banco degli imputati negli Stati Uniti. La star di Alfie e il suo assistente personale sarebbero stati spiati mentre si trovavano a New York. Law ha già  querelato il Sun per esser stato intercettato nel Regno Unito mentre la sua ex compagna Sienna Miller ha concordato con News International un risarcimento di centomila sterline per aver avuto il suoi cellulari violati da giornalisti di News of the World. Finora le intercettazioni sono state confinate alla Gran Bretagna. Le nuove spiate, di cui dà  notizia il Sunday Telegraph, aprono il primo capitolo specifico, al di là  delle accuse di tentato spionaggio delle vittime dell’11 settembre, che coinvolge News International negli Stati Uniti e potrebbe aprire la strada ad azioni legali di carattere penale oltreatlantico dove News Corp ha il quartier generale e una estesa influenza nel mondo degli affari e della politica. L’intercettazione sarebbe servita ai giornalisti di News of the World per un articolo del settembre 2003 sull’arrivo di Law e Jackson all’aeroporto Kennedy. Usando informazioni ricavate dal cellulare dei due, il tabloid di Murdoch aveva raccontato come l’attore avesse mandato fuori dalla sala ritiro-bagagli il segretario per controllare che non ci fossero fotografi ad attenderlo per poi telefonargli quando sarebbe stato sicuro uscire: “Solo dopo aver pattugliato le uscite per 20 minuti Ben gli mandò a dire che c’era campo libero”, aveva scritto il tabloid. Il Telegraph riporta anche che David Beckham sta considerando di far causa a News International perché teme di esser stato intercettato con la moglie Victoria e così anche il cantante Paul McCartney: i cellulari di Outside Organisation, la società  di pubbliche relazioni che si occupava dell’ex Beatle, sarebbero stati presi di mira dal detective Glen Mulcaire al tempo del divorzio multimilionario dalla seconda moglie Heather Mills. Paul McCartney ha divorziato dalla Mills nel 2006 dopo aver accettato di pagarle 25 milioni di sterline di alimenti: secondo fonti del Telegraph il suo telefono personale, il cui numero è noto a pochissimi intimi, non sarebbe stato toccato, ma le intercettazioni avrebbero riguardato quelli del fondatore di Outside Alan Edwards e del suo portavoce Stuart Bell. Quest’ultimo avrebbe notato sulla sua segreteria messaggi ascoltati o addirittura cancellati prima ancora che lui avesse avuto modo di ascoltarli. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo