EDITORIA: GDF SCOPRE A FROSINONE MEGA TRUFFA DA 45 MILIONI

Condividi

DANNO ERARIO PRESIDENZA CONSIGLIO, ACCESSO INDEBITO A CONTRIBUTI
FROSINONE
(ANSA) – FROSINONE, 18 LUG – Il Nucleo di Polizia Tributaria della guardia di finanza di Frosinone ha scoperto un ingente danno erariale per oltre 45 milioni di euro per indebito accesso ai contributi all’Editoria. Coivolte due cooperative editoriali locali. Il notevole danno erariale, causato alla Presidenza del Consiglio – Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria -, è stato realizzato, secondo le Fiamme gialle, operando una vera e propria truffa nei confronti dell’autorità  deputata al rilascio delle provvidenze. Già  da tempo lo specifico e delicato settore era all’attenzione della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti. La guardia di finanza, dopo un’accurata indagine di natura contabile, ha acquisito copiosa documentazione di notevole interesse, procedendo, altresì, all’audizione di numerose persone informate sui fatti, tra cui tutti i Capi pro tempore del Dipartimento per l’Editoria di Palazzo Chigi. L’esame della documentazione ha consentito di dimostrare come il marchingegno abbia defraudato le casse erariali, determinando un danno alle stesse per più di 45 milioni di euro. Il lavoro dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, coordinati dal Comando Provinciale, ha permesso di deferire alla Corte dei Conti, Procura Regionale Lazio, i responsabili che, sostanzialmente, hanno percepito indebitamente i milionari contributi. E’ stato segnalato anche alla magistratura contabile capitolina il cosiddetto danno ‘all’immaginé. (ANSA).