Fininvest: per Milan idea Borsa Hong Kong (Gazzetta)

20 Jul 2011 09:39 CEDT Fininvest: per Milan idea Borsa Hong Kong (Gazzetta)

Dowjones

ROMA (MF-DJ)–All’indomani della riunione di Arcore tra la famiglia Berlusconi e i dirigenti del Milan, alle possibilita’ dello scorporo dal gruppo Fininvest o di una cessione di una quota di minoranza (30%) agli Arabi che gia’ sostengono la societa’ con la sponsorizzazione Emirates, sembra accreditarsi un’ulteriore ipotesi per il futuro del club rossonero: la quotazione alla Borsa di Hong Kong.

E’ quanto riporta la Gazzetta dello Sport, precisando che quest’ultima indiscrezione permetterebbe di far affluire nuovi capitali nelle casse del club di via Turati da poter investire sul mercato, come la stessa cessione di una quota di minoranza. La decisione di uno scorporo invece, riporterebbe il Milan nell’alveo esclusivo della famiglia e sarebbe dunque Berlusconi a dover attingere dal portafogli personale per rinforzare la squadra.

Ora tutte queste opzioni sono al vaglio dei manager Fininvest, che devono individuare la piu’ conveniente e praticabile. Intanto pare che entro la fine della settimana la holding del biscione dovrebbe avviare il pagamento dei 560 milioni dovuti alla Cir e a fronte dell’esborso la Fininvest, per tranquillizzare i mercati, dovrebbe precisare che gli asset del gruppo non cambiano e dunque neanche il Milan ne risentira’, ma a quanto pare le cose stanno in modo diverso. red/mar

(END) Dow Jones Newswires

July 20, 2011 03:39 ET (07:39 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Sr

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi