L’ESPRESSO: UTILE NETTO SEMESTRE +10%, A 31,5 MILIONI

Condividi

RICAVI +2,8% VA 457,4 MILIONI

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Utile netto in crescita del 10,1%, a 31,5 milioni di euro nel primo semestre 2011 per il Gruppo editoriale L’Espresso, che ha registrato anche ricavi consolidati in crescita del 2,8% a 457,4 milioni. E’ quanto si legge in una nota, al termine del consiglio di amministrazione presieduto da Carlo de Benedetti. Il risultato operativo ha messo a segno un progresso dell’11,1%, a 63 milioni di euro. All’interno del fatturato, aumentano del 3,6% i ricavi da pubblicità  (a 274,4 milioni) mentre calano dello 0,7% quelli da diffusione (170 milioni).
In ogni caso – si legge nella nota – “qualora non si verifichi un ulteriore deterioramento del contesto economico, si prevede che il gruppo possa confermare a fine anno andamenti del fatturato e del risultato in miglioramento rispetto all’esercizio precedente”. Rispetto all’andamento complessivo del mercato, la nota spiega che “la situazione di debole crescita dell’economia e di incertezza sulle prospettive, che ha caratterizzato l’esercizio 2010, si sta protraendo anche nel 2011”. E questo ha inciso sull’andamento degli investimenti pubblicitari (-2,8% nei primi 5 mesi 2011), con una andamento negativo che “ha colpito tutti i mezzi tradizionali”. Nonostante questo quadro, “l’andamento del gruppo Espresso é stato positivo”. E la stampa del gruppo ha riportato un incremento della raccolta dello 0,9% “malgrado le difficoltà  che hanno interessato l’intero comparto (-5% a maggio)”. Più in dettaglio l’andamento positivo ha riguardato tutte le testate, da Repubblica ai quotidiani locali, “anche grazie alle riuscite azioni di rinnovamento realizzate in particolare su L’Espresso”. (ANSA).