CINEMA: GIFFONI EXPERIENCE, LA FELICITA’ TEMA DEL 2012

Condividi

I VINCITORI DI QUEST’ANNO
GIFFONI VALLE PIANA (SALERNO)
(ANSA) – GIFFONI VALLE PIANA (SALERNO), 21 LUG – – “Sarà  “La Felicità ” il tema della prossima edizione del Giffoni Experience che durerà  12 giorni e che festeggerà  i suoi 42 anni”. Lo ha annunciato, questa mattina, il direttore artistico della rassegna cinematografica per ragazzi Claudio Gubitosi, nel corso della conferenza stampa conclusiva della 41esima edizione. A vincere il primo premio per la sezione Generator +16, è stato il controverso “Suicide room”, film polacco diretto da Jan komasa, che racconta la storia di Dominik che entra in una “suicide room”, chat per persone accomunate da una stessa tendenza autodistruttiva. Al secondo posto “King of the devil’s island” film norvegese diretto da Marius Holst. Per i cortometraggi sempre di Generator +16 ha vinto “Burungo”, film finlandese di Dome Karukoski Pamela Tola; mentre al secondo posto si piazza “This means fover” di Amanda Kernell. Per la sezione Generator +16 che il prossimo anno parteciperà  alla sezione Masterclass, vince, invece, “Submarine” dell’inglese Richard Ayoade. Per Generator +13 si aggiudica il primo posto il film”Ways to live forever” del regista Gustavo Ron, che tratta il tema delicato e drammatico della malattia di un ragazzo, Sam, che affronta la sua battaglia contro la leucemia; mentre il secondo posto è per “Wunderkinder”, di Marcus O. Rosenmueller, pellicola incentrata sul rapporto tra ebrei e tedeschi. Per i cortometraggi, primo posto per “Bekas” di Karzan Kader e secondo posto per “Pizzangrillo” dell’italiano Marco Gianfreda. I ragazzi di Generator +18′ invece, hanno decretato miglior lungometraggio il film “Beautiful boy” di Shawn Ku che parte dalla triste vicenda di un ragazzo che ha commesso una strage nell’università  che frequentava. Miglior corto, invece, “The guilt”, con la regia dell’italiano Francesco Prisco. I piccoli di Elements +3 hanno scelto nella loro sezioni di corti, la pellicola “Gloria meets a real owner” di Joshua Held che racconta di una bellissima gattina vanitosa che viene abbandonata dai suoi padroni. Per Elements +6, invece, vince come miglior lungometraggio, “Fuchsia the mini witch”, di Johan Nijenhuis e come miglior corto “Carlotta and the cloud” di Daniel Acht. Per Elements +10, infine, si aggiudica il primo posto il lungometraggio di Anne Sewitsky, “Totally true love” e il corto “Weightless” dello svedese Robert Lundmark Magnus Johansson. “Come sempre – aggiunge Gubitosi – il GFF si conclude con grandi numeri.3.300 giurati ospitati in 1.800 famiglie della zona; 5000 stanze d’albergo occupate, 140.000 presenze in 11 giorni di festival: questi sono solo alcuni dei dati che hanno fatto la storia di questa 41esima edizione. La manifestazione è stata seguita da 300 giornalisti accreditati, mentre – giusto per citarne alcuni – sono stati 8000 gli articoli dai siti web di tutto il mondo con un incremento del 63% rispetto allo scorso anno, 1000 gli articoli in inglese solo per Hilary Swank e Edward Norton, 400 le agenzie stampa e 70 quelle fotografiche. Il GFF è stato seguito anche dai social network. Le fonti – dice il direttore artistico – su cui le citazioni si sono maggiormente concentrate sono Twitter e Facebook, mentre la tv ufficiale del GFF, Lira Tv ha registrato una media di 350mila telespettatori al giorno e il nostro portale. www.giffoniff.it, ha avuto 100mila visite in 10 giorni, con 600mila pagine visualizzate e con il 50% di visite in più rispetto al 2011. Grandi numeri anche per quanto riguarda la mostra LINKOLORS con 28.000 voti arrivati sul sito del GFF che hanno decretato Ekaterina Panikanova la vincitrice del Premio GFF e Marco Chiuchiarielli, vincitore del Premio Hospira per l’arte”. “Giffoni – rimarca il presidente della Provincia, Edmondo Cirielli – è un veicolo straordinario di conoscenza del territorio, con il Festival di Ravello, Paestum e le bellezze paesaggistiche e culturali della nostra provincia”.