MEDIASET: NO SEGNALI RIPRESA PUBBLICITA’, FERMI SU ENDEMOL

Condividi

FIDUCIA IN BUONI DIVIDENDI DA DMT, CONFERMA STIME SU PREMIUM
(ANSA) – MILANO, 29 LUG – Dopo la revisione al ribasso delle stime sull’intero 2011, avendo tra l’altro registrato nel primo semestre un calo della pubblicità  sulle reti generaliste italiane del 3,2%, Mediaset non ha “segnali di imminente ripresa” degli investimenti pubblicitari. Lo ha affermato durante la presentazione della semestrale agli analisti finanziari Luigi Colombo, direttore generale di Publitalia, che ha aggiunto una sua “visione personale”. “Ho l’impressione che siamo in una situazione simile al 2009 quando diversi grandi gruppi hanno concentrato i loro investimenti nell’ultimo trimestre dell’anno, facendo segnare un aumento del 10%”, spiega Colombo. Sul piano finanziario Mediaset, il giorno dopo l’intesa attraverso la quale il gruppo televisivo controllerà  il 66% di Dmt, si attende dalla società  delle torri televisive e della telefonia “una politica di alti dividendi per i prossimi anni”, aggiunge Marco Giordani, direttore finanziario del Biscione. Per quel che riguarda la partecipata Endemol, che accusa un indebitamento di quasi 2 miliardi, “il terzo trimestre sarà  per noi importante: saremo freddi e razionali” nel decidere cosa fare, ma scelte al momento non ne sono state annunciate. In campo televisivo Mediaset conferma l’obiettivo di contenere al 3% l’aumento dei costi di produzione dei programmi, mentre definisce l’attuale mercato della ‘pay tv’ in Italia “abbastanza debole e piuttosto depresso. Ma Premium è in linea con il budget e non cambiamo i suoi target”, conclude Giordani.