AMAZON: ESPANDE CATALOGO VIDEO, 100 MILA FILM E SHOW TV E DAL 2012 DIVENTA EDITORE

Condividi

(di Titti Santamato) (ANSA) – ROMA, 18 AGO – Dopo la notizia che dal 2012 pubblicherà  libri sfidando le case editrici tradizionali, un altro annuncio per Amazon che da oggi amplia il suo catalogo video offrendo ora più di 100.000 film e spettacoli televisivi, da acquistare o noleggiare. “I 100.000 titoli spaziano da blockbuster a classici, con più di 15 mila titoli disponibili in Hd, e show televisivi popolari disponibili dal giorno dopo la messa in onda – spiega Steve Oliver, responsabile della sezione video del colosso del web -. E soprattutto – aggiunge – i membri di Amazon Prime hanno la possibilità  dello streaming istantaneo e senza pubblicità  di più di 9 mila video senza costi aggiuntivi”. Mossa che mette l’azienda di Seattle ancora più in competizione con Netflix, piattaforma di noleggio dvd e anche di streaming di contenuti video. Film e spettacoli televisivi possono essere acquistati a partire da 3,99 dollari e visualizzati grazie al ‘cloud’ su qualunque dispositivo compatibile, un Mac, un pc, lettori Blu-ray o direttamente su un televisore che ha connessione a Internet. Al di là  dell’ampliamento del catalogo video, la novità  più grossa per Amazon è la notizia rimbalzata su web e carta stampata che dalla primavera 2012 diventerà  un editore di libri cartacei e digitali, una svolta storica per l’editoria tradizionale destinata a rivoluzionare mercato e scenari futuri del settore. Il primo titolo che l’azienda di Jeff Bezos pubblicherà  non sarà  un romanzo d’autore e neanche un saggio, ma un manuale di cucina, ‘Cuoco in 4 ore’ del 34enne Tim Ferriss, negli Stati Uniti un big della categoria ‘self help’. E Ferriss ha abbandonato senza rimpianti la Crown, una divisione della prestigiosa casa editrice Random House: “Nessuna perdita, tantomeno finanziaria – ha detto -. I miei lettori stanno migrando irresistibilmente verso il digitale. E per me è perfettamente logico lavorare con Amazon per cercare di ridefinire il campo”. Una bella mossa per l’azienda che è da tempo è entrata nella disputa dei colossi del web – dopo il Kindle sta lavorando anche all’ipotesi di un tablet – ed è numero uno nel suo settore. Secondo le rilevazioni di comScore di giugno, infatti, é il retailer online con maggiore traffico a livello globale, con oltre 282 milioni di visitatori, il 20,4% del totale degli utenti di Internet. Ha staccato gli altri siti di acquisti via web: eBay si è fermato al 16.2%, la cinese Alibaba.com all’11.3% e Apple al 9.7%. (ANSA).