Scienza/ Arriva nuovo chip ultraveloce per accelerare Internet

Condividi

Rileva intensità  impulsi ottici. Si chiama ‘Spider’

Roma, 24 ago. (TMNews) – Un nuovo chip che funziona con poca energia e opera a velocità  ultra e in grado di misurare con precisione intensità  e fase degli impulsi ottici, rilevamento finora possibile solo tramite apparecchiature di laboratorio complesse e costose: messo a punto dai ricercatori dell’Università  di Sidney (Australia) guidati da David Moss e presentato al “2011 Eureka Prize” come finalista nella categoria “Innovazioni nell’informatica”, il nuovo processore – di cui si legge su “Nature Photonics” – è destinato a potenziare le attuali apparecchiature utilizzate per le telecomunicazioni e l’informatica. Chiamato Spider – Spectral Phase Interferometry for Direct Electric-Field Reconstruction – il microchip viene fabbricato con gli stessi metodi degli attuali chip di silicio, con i quali è in grado di integrarsi perfettamente, potenziandone le funzionalità . La tecnologia Spider, spiegano i ricercatori, potrà  essere utilizzata per accelerare il funzionamento di una vasta gamma di applicazioni, “dalle telecomunicazioni alle spettroscopie, alle misurazioni di alta precisione, al rilevamento delle impronte molecolari”.