TAV: GIORNALISTI TORINESI DENUNCIANO INTIMIDAZIONI

INTERVENGONO ORDINE, SINDACATO, CDR RAI DEL PIEMONTE

(ANSA) – TORINO, 27 AGO – Il mondo del giornalismo torinese denuncia tentativi di intimidazione di cronisti di varie testate da parte di appartenenti alle frange più estremiste del movimento No Tav. Ieri sera, per la seconda volta nel giro di una settimana, un gruppo di militanti si è presentato sotto la sede Rai di Torino “per protestare – si legge in un comunicato congiunto cdr Rai e Associazione Stampa Subalpina – contro quella che sarebbe un’informazione parziale”. “Una protesta – aggiunge la nota – che, anche per evitare irruzioni all’interno del palazzo, ha costretto le forze dell’ordine a bloccare gli accessi impedendo ai giornalisti e al personale in servizio alla Rai di entrare o di abbandonare la sede di lavoro per oltre due ore”. Il comunicato fa presente che in precedenza ci sono state “minacce talvolta piuttosto esplicite” subite da giornalisti di altre testate. L’Ordine dei giornalisti del Piemonte ha chiesto “alle autorità  di garantire la libertà  d’informazione”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo