TLC: IN VENDITA SMARTPHONE MADE IN CHINA, CONCORRENZA APPLE

Condividi

(ANSA) – SHANGHAI, 30 AGO – Un nuovo smartphone made in Cina é pronto a fare concorrenza all’Iphone Apple. Secondo quanto riferisce l’agenzia Nuova Cina il nuovo prodotto, lanciato sul mercato a Pechino lo scorso 16 agosto, può contare su ottime prestazioni e costi contenuti. I dettagli del nuovo smartphone sono stati svelati da Lei Jun, fondatore della Xiaomi Technology Co che lo produce. L’apparecchio pesa 149 grammi ed è lungo 125mm, largo 63 mm e profondo 11,9 mm: è quindi leggermente più pesante e più grande dell’Iphone4. Lei ha detto che Xiaomi, questo il nome del telefono, ha una batteria a lunga resa, uno schermo grande e alta qualità  del segnale. Ma il suo maggior pregio, secondo la casa produttrice, è il suo costo. Xiaomi costa infatti 1999 yuan (circa 200 euro) contro i 5000 yuan (circa 500 euro) dell’Iphone4. Lei ha negato qualsiasi confronto tra lui e Steve Jobs, il Ceo di Apple che ha appena annunciato il suo ritiro ma, durante la conferenza stampa di lancio del nuovo smartphone, ha diverse volte fatto riferimento all’Iphone4 e la stessa conferenza stampa è stata organizzata come quelle di Jobs con Lei che si muoveva come il presidente di Apple. Secondo alcuni dati resi noti dall’azienda di consulenza Analysis International, in Cina, solo nel secondo trimestre dell’anno, sono stati venduti oltre 16 milioni di smartphone, registrando un aumento del 7,5% rispetto ai tre mesi precedenti. Secondo le previsioni il numero degli smartphone venduti per la fine dell’anno in totale potrebbe raggiungere i 95 milioni. La verà  novità  in Cina, in questo campo, consiste tuttavia nel fatto che stanno scendendo in campo anche aziende nazionali che forniscono servizi internet. Ad esempio Alibaba.com, azienda leader nell’ecommerce, ha lanciato il suo smartphone che utilizza la piattaforma personale ‘Ali cloud’. Ma le aziende cinesi sembrano ancora lontane dal poter competere a livello internazionale. Alla fine del primo quadrimestre dell’anno la Nokia, l’Apple e la Rim, le tre più grosse aziende produttrici di smartphones, hanno guadagnato più della metà  del totale di questo mercato a livello mondiale. Le aziende cinesi finora hanno catturato solo una piccola fetta del mercato globale. Secondo Zhu Junmin, un esperto di telecomunicazioni di Pechino, le aziende cinesi sono ancora perdenti in termini di design e di innovazione. “Senza creatività  – ha aggiunto Ma Zihui, capo economista del centro economico di ricerca della Samsung – una azienda difficilmente può competere con controparti straniere e fare buoni profitti”. (ANSA).