INTERNET: CYBERCRIMINE, ALLARME DA INTERNET GOVERNANCE FORUM

A NAIROBI I 200 DELEGATI INVITANO I GOVERNI AD ALZARE LA GUARDIA

(ANSA) – NAIROBI, 29 SET – I delegati di 200 paesi presenti all’Internet Governance Forum (Igf) presso gli Uffici delle Nazioni Unite di Nairobi, hanno lanciato l’allarme sull’aumento dei crimini informatici e hanno esortato i governi a promuovere politiche più efficaci per contrastare il fenomeno. Il cybercrimine interessa soprattutto i paesi in via di sviluppo dove, in concomitanza con la diffusione esponenziale dell’uso delle nuove tecnologie nella società  civile, internet é sempre più utilizzato, anche dai criminali comuni, come mezzo per effettuare transazioni illegali di denaro, traffico di droga o esseri umani e prostituzione. Secondo i presenti all’Igf la criminalità  informatica, che valica i confini dei singoli Stati, pone nuove minacce alla sicurezza e la stabilità  degli stessi Governi. Diane Schroeder, direttore per gli Stati Uniti dell’Icann, l’organismo mondiale delegato ad emettere i nomi di dominio su Internet, ha rivelato che la sua organizzazione ha stretto numerose partnership con alcuni governi e attori non statali per sviluppare programmi di contrasto ai crimini informatici. Ma anche gli Stati corrono ai ripari: il ministro kenyano dell’Informazione e della Comunicazione, Samuel Poghisio, ha annunciato che il suo paese ha istituito un Comitato di Gestione Internet che ha il compito di individuare azioni concrete per affrontare il problema della sicurezza informatica e della privacy. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)