Samsung non risolve la causa con Apple in Australia

MILANO (MF-DJ), 4 Ott. – Samsung Electronics ha reso noto, tramite un suo legale, che non e’ stato raggiunto un accordo con Apple per risolvere una nuova causa sui brevetti tecnologici lanciata dalla societa’ di Cupertino contro il gruppo sudcoreano in Australia. Dopo aver combattuto nei tribunali di Germania, Giappone, Francia e Corea del sud, anche in Australia Samsung deve difendere il Galaxy Tab 10.1, un tablet frutto delle tecnologie sviluppate in casa, secondo la tesi dell’azienda sudcoreana, una semplice imitazione dell’iPad, secondo i legali del gruppo americano. Nella speranza di poter lanciare la nuova potente tavoletta sul mercato australiano gia’ dalla prossima settimana, il pool di avvocati di Samsung ha fatto una proposta per risolvere la controversia in tempi brevi ma Apple non ha trovato soddisfacenti i termini della stessa. “Non e’ stato raggiunto alcun accordo”, ha dichiarato il legale di Samsung, Neil Young, di fronte alla Corte Federale australiana. “Le parti sono ancora molto distanti”, ha aggiunto. L’obiettivo di Apple e’ quello di ottenere un’ingiunzione delle vendite del nuovo dispositivo in attesa che i giudici si pronuncino sul caso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci