TV: DIGITALE; RAI,MASSIMA INFORMAZIONE SU SWITCH OFF LIGURIA

(ANSA) – ROMA, 7 OTT – Dal 10 ottobre al 4 novembre la Liguria passerà  definitivamente al digitale terrestre e cesseranno le trasmissioni televisive in analogico. Con l’avvento delle trasmissioni in digitale, gli utenti Rai – ricorda Viale Mazzini in una nota – potranno ricevere, a seconda dell’area in cui si trovano, fino a 14 canali televisivi del servizio pubblico, con un’articolata e ricca offerta di informazione, film, fiction, intrattenimento, cultura, sport e programmi per bambini e anche un canale in alta definizione. La TGR Liguria – sottolinea ancora la Rai – è impegnata a fornire ai cittadini le notizie e gli approfondimenti relativi allo switch off, seguendo passo passo il progredire della digitalizzazione delle diverse province e assicurando una informazione continua e dettagliata sugli aspetti del passaggio al digitale che maggiormente possono interessare gli utenti, dai decoder alle antenne alle misure a favore degli anziani e di quanti possono riscontrare maggiori difficoltà  in questa circostanza. Alla campagna di informazione assicurata dalla Rai contribuiscono anche spot diffusi nello spazio di programmazione regionale, pagine dedicate di Televideo nonché il sito web www.rai.it. E’ importante – ricorda infine la nota – risintonizzare il decoder o il televisore con decoder integrato al termine delle operazioni di switch off nella zona in cui si risiede. Le prime operazioni di switch off, la notte tra il 9 e il 10 ottobre, riguarderanno parte della provincia di Imperia. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi