Turchia/ Telenovelas Mezzaluna conquistano spettatori greci

In Medio Oriente serie Gumus ha rivoluzionato costumi

Istanbul, 10 ott. (TMNews) – Le soap opera turche colpiscono ancora. Dopo il successone incontrato in Medio Oriente, le serie televisive della Mezzaluna sbarcano in Europa e seducono i telespettatori greci, che si consolano così della crisi che travolge in paese. Gli ascolti parlano da soli. Il lunedì sera va in onda una vera e propria battaglia fra “Ask-i Memnu”, in italiano “Amore proibito”, in onda su Antena tv e “Ask ve Ceza”, “Amore e punizione”, in onda su Mega tv. Le puntate iniziano alle 21 e finiscono alle 23 e da sole fanno oltre il 50% degli ascolti. Le due soap avevano già  fatto pieno di ascolti in patria e attirato anche qualche polemica, soprattutto nel caso di “Ask-i Memnu”, per la sensualità  di alcune scene. Nell’Ellade non sembrano avere questi problemi e il lunedì sera famiglie intere si mettono davanti alla televisione pronte a seguire le vicende di Yasmine e Bither, le protagoniste femminili, affascinanti dame dell’alta società  turca. Non è la prima volta che le serie tv turche si affermano nei palinsesti greci. Era già  successo lo scorso anno con “Yabanci Damat” e 1001 Gece “Le mille e una notte”. Ma un seguito simile non si era mai visto e ora del fenomeno, iniziato qualche settimana fa con la nuova stagione televisiva, si occupano anche i media nazionali. Nei telegiornali serali greci si dà  conto dell’andamento della guerre di ascolti e ogni martedì si proclama il vincitore della battaglia della sera precedente. Le serie televisive della Mezzaluna negli ultimi anni hanno fatto registrare ascolti record anche in Medio Oriente e in qualche caso dato vita anche a una vera e propria piccola rivoluzione di costume. La più celebre di tutte è “Gumus”, in italiano “Argento”, andata in onda nei Paesi Arabi con il titolo “Nur”, dal nome della protagonista femminile. La telenovela parlava della storia d’amore fra Nur e Mohammed, coppia innamorata ma anche moderna, con lei che aveva già  avuto un figlio da un’unione precedente e che pensava non solo al suo uomo ma anche alla carriera. I telespettatori ma soprattutto le telespettatrici mediorientali sono letteralmente impazzite per i due protagonisti, prendendo Nur come modello di vita e Mohammed come oggetto dei desideri. In Arabia Saudita in molte si recarono all’anagrafe per cambiare il loro nome con quello della loro eroina. Mentre la foto di Kivanc Tatlioglu, il bello e biondo attore che impersonava Mohammed, è stato per mesi lo screensaver più scaricato da internet, tanto che un giornale libanese è arrivato a definirlo “L’uomo più odiato del Medio Oriente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi