Wikileaks/ Usa, autorità  identificano contatti volontario Assange

Lo riporta il Wall Street Journal

Washington, 10 ott. (TMNews) – Le autorità  americane hanno ottenuto della magistratutra il diritto di farsi consegnare da Google e Sonic, un piccolo fornitore di accessi internet, informazioni provenienti dagli account di posta elettronica di un volontario di WikiLeaks. Lo ha riportato il Wall Street Journal. Secondo il quotidiano, che cita documenti che ha consultato, Sonic è stato costretto con questa decisione a consegnare alle autorità  le informazioni chieste dal governo. Quest’ultimo voleva ottenere gli indirizzi delle persone con i quali questo volontario, Jacob Appelbaum, ha corrisposto negli ultimi due anni, ma non i messaggi nell’insieme, secondo il quotidiano. Sonic ha tentato di opporrsi a questa richiesta ma ha perso la sua battaglia giudiziaria, ha spiegato un suo dirigente al quotidiano. Google non ha voluto rilasciare dichiarazioni al Wsj. Il presidente Barack Obama ha firmato venerdì un decreto che mira a rafforzare la protezione dei dati governativi riservati negli Stati Uniti, allo scopo riconosciuto di evitare la ripubblicazione di una fuga massiccia di notizie come quella organizzata da WikiLeaks nel 2010. Il caso di Appelbaum illustra il dibattito crescente su una legge federale americana che permetta alle autorità  di ottenere segretamente informazioni che provengono dai telefoni cellulari o dalla corrispondenza via internet di cittadini senza mandato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)