GIORNALISMO:HUFFINGTON,WEB DOMINERA’, DA’ VOCE A CHI NON NE HA

BLOGGER USA, MA CARTA STAMPATA NON SPARIRA’

(ANSA) – MILANO, 12 OTT – Uno strumento per “dare voce alle migliaia di persone che vorrebbero averne di più” e un mezzo perché il giornalismo torni al suo ruolo di cane da guardia, “dato che molti sono diventati stenografi del potere”, a fronte di una politica che “ha imparato da tempo a manipolare la stampa”. E’ questo quello che offre internet, che “dominerà  l’informazione” secondo Arianna Huffington, presidente e fondatrice dell’Huffington Post, uno dei maggiori fenomeni editoriali online degli ultimi anni. “I social network – spiega la giornalista, oggi a Milano per partecipare allo Iab Forum in corso al centro congressi MiCo – sono inesorabili quando si tratta di mettere in discussione uno status quo che vacilla e qui in Italia ne abbiamo un esempio con Berlusconi”. Il premier, ribadisce la Huffington, è anche “una delle ragioni, ma non l’unica” per aprire pure in Italia un sito dell’Huffington, un’intenzione già  annunciata nei giorni scorsi. Questa, dice Huffington, intervistata sul palco da Antonello Piroso, è “l’età  dell’oro” del giornalismo online. “Internet – afferma – dominerà  l’informazione” ma la carta stampata non scomparirà : “il futuro sarà  un ibrido, una convergenza tra il meglio dei vecchi e dei nuovi media”. Così come “non scompariranno le regole del giornalismo: la verifica, l’accuratezza, regole cui dovrà  attenersi anche l’informazione online”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)