INTERCETTAZIONI: ITALIANI PIU’ PREOCCUPATI DA FOTO SU FACEBOOK

Condividi

(ASCA) – Milano, 12 ott – Italiani piu’ preoccupati dalla pubblicazione di proprie foto su Facebook che dal pericolo di essere intercettati al cellulare. Questo, almeno, e’ quanto emerge o dal ”Privacy&Permission Marketing Report 2011”, la nuova ricerca sulla privacy in rete realizzata da Diennea MagNews in collaborazione con Human HighWay e presentata oggi a Milano durante la giornata di apertura di Iab Forum. Lo studio, realizzato su un campione online di 1018 italiani fra i 18 e i 64 anni, rivela un atteggiamento disincantato degli italiani nei confronti del trattamento dei dati. E soprattutto evidenzia un’attenzione minima per i problemi delle intercettazioni. Secondo il Rapporto, piu’ della meta’ della popolazione Internet (il 53% degli utenti web) e’ preccupata dall’eventualita’ di ritrovarsi inconsapevolmente ritratti su Facebook in scatti che si preferirebbe mantenere riservati. Tanto che il 44,1% di loro afferma di aver modificato proprio per questo il modo di utilizzare il piu’ popolare social network. Un timore diffuso, che supera la paura di essere intercettati sul cellulare, condivisa soltato dal 29% degli utenti internet. Sono invece molti di piu’ (il 44% del totale) quelli che si dicono preoccupati per un possibile tracciamento dati della propria carta di credito.