EDITORIA: LEV NON SENTE CRISI MA SI RAFFORZA CON E-BOOK

Condividi

(AGI) – CdV, 13 ott. – Dopo averne venduto milioni di copie cartacee, con incassi che hanno tenuto lontano gli effetti della crisi economica mondiale, la Libreria Editrice Vaticana si lancia nel mercato degli “e-book” proprio con i due volumi del “Gesu’ di Nazaret” di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI che per l’ampiezza della diffusione e il numero delle lingue hanno polverizzato qualunque precedente best seller e cominciano ora a essere disponibili in questo formato in diverse lingue. Per realizzare questo “e-book” anche in italiano sono in corso trattative tra Lev e Rizzoli, ha annunciato il direttore dell’editrice del Papa, don Giuseppe Costa, intervistato dall’Osservatore Romano a Francoforte, dove ha inaugurato ieri gli stand della Lev alla Fiera del Libro di Francoforte. Allo stesso modo sono gia’ stati firmati, ha detto, i contratti con Ignatius Press per la lingua inglese e con Parole et Silence per la lingua francese. In Germania Herder ha gia’ realizzato questo libro elettronico.
“La Lev – spiega don Costa – non e’ attrezzata a 360 gradi per produrre. Non ci sono le condizioni materiali. Quindi ci affidiamo ad altri e facciamo queste sinergie. E la Lev fa un ultimo controllo di qualita’. Non svendiamo mai il prodotto”.
Del resto, tiene a rilevare il salesiano, “la Lev e’ arrivata a Francoforte sotto il segno della crescita e dell’espansione. Nel 2011 ha fatturato un 27 per cento in piu’ dello scorso anno, nonostante la crisi economica che sta colpendo anche il complesso mondo editoriale”. Quest’anno le visite che lo stand della Lev sta ricevendo confermano, continua don Costa, “l’enorme interesse per i libri del Papa, un’attenzione rinnovata su come viene affrontata la questione educativa e il grande apprezzamento dei volumi d’arte con il marchio editoriale vaticano”. (AGI)