TV: ‘COMIZI D’AMORE’ DI SANTORO SU NETWORK AREALI

Condividi

RACCCOLTA PUBBLICITARIA A PUBLISHARE

(ANSA) – ROMA, 14 OTT – E’ stato siglato l’accordo tra la Zerostudiòs di Michele Santoro e Publishare, la concessionaria di pubblicità  guidata da Matteo Sordo: dal 3 novembre ‘Comizi d’amoré sarà  in onda sul network di tv areali organizzato da Publishare alla quale farà  capo la raccolta pubblicitaria. ‘Comizi d’amoré sarà  quindi trasmesso in Piemonte e Valle d’Aosta da Telecupole e Videogruppo; in Liguria da Primocanale; in Lombardia da Telelombardia; in Veneto da Telenuovo e Antenna 3 NordEst; in Trentino Alto Adige da RTTR; in Friuli V.G.da Free; in Emilia Romagna da Telesanterno, Telereggio, Trc Telemodena, Nuova rete San Marino, DI.TV; in Toscana da Rtv 38; in Umbria da Umbria Tv; nelle Marche da Tv Centro Marche; in Lazio da T9 Tv e Teleroma 56; in Abruzzo da Rete 8; in Puglia, Molise e Basilicata da Telenorba; in Campania da Telecapri; in Calabria da Videocalabria; in Sicilia da Antenna Sicilia; in Sardegna da TCS Telecostasmeralda. “Le emittenti riceveranno dagli studi di Roma – spiega Matteo Sordo amministratore delegato e azionista di Publishare – un unico segnale, con i break di pubblicità  nazionale già  inseriti e lo ritrasmetteranno nelle loro regioni. Per la prima volta in Italia le principali reti regionali si uniscono per dare vita a un nuovo modello di tv nazionale, una sorta di temporary tv in cui è centrale la sfida sui contenuti. E’ un progetto che apre nuovi scenari: innanzitutto consente a tutti di vedere gratis, sul digitale terrestre o in analogico, un programma di informazione di altissimo livello qualitativo e fortemente atteso; in secondo luogo dimostra il ruolo centrale delle tv areali nel pluralismo dell’informazione; infine offre al mercato pubblicitario una soluzione innovativa per formula e per contenuti”. “Le emittenti che trasmetteranno Comizi d’amore – aggiunge Sordo – coprono in modo capillare l’intero territorio nazionale, sono leader nelle loro regioni e fanno capo ai principali editori italiani. Una galassia in grado di offrire una copertura cross mediale (tv, radio, stampa, web) al programma che si annuncia come l’evento televisivo dell’anno”.