GIORNATA ASSISI: LOMBARDI, NESSUN GIORNALISTA IN TRENO COL PAPA

(AGI) – CdV, 18 ott. – Non ci saranno giornalisti sul treno che il 27 ottobre portera’ il Papa e i leader delle principali religioni e di tutte le confessioni cristiane ad Assisi per la Giornata interreligiosa a 25 anni da quella voluta da Giovanni Paolo II. “La presenza di giornalisti e troupe televisive non e’ contemplata”, ha affermato oggi il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, precisando che “le immagini del viaggio saranno garantite dal Centro Televisivo Vaticano, cosi’ come la copertura in diretta di tutti i principali momenti della Giornata di Assisi”. “Nel pomeriggio – ha aggiunto in proposito – le fasi conclusive saranno trasmesse anche dalla Rai”. Viaggiarono sul treno anche alcuni giornalisti, invece, il 24 gennaio 2002, quando era stato Giovanni Paolo II a prendere posto sul convoglio con i leader religiosi per recarsi ad Assisi per una analoga iniziativa. Non c’erano cronisti e neppure il CTV, invece, il 4 ottobre 1962 quando fu Giovanni XXIII a prendere il treno – era la prima volta per un Papa – nella Stazione Vaticana per recarsi a Loreto da dove poi raggiunse in auto Assisi rientrando infine in treno dalla citta’ di San Francesco. Benedetto XVI viaggera’ su un Etr 600 di ultima generazione, appartenente alla famiglia della Frecciargento di Trenitalia per l’alta velocita’. Il convoglio sara’ formato da sette vetture, due di prima classe e cinque di seconda classe. Papa Ratzinger prendera’ posto nella seconda vettura di testa, una prima classe alla quale non e’ stata apportata alcuna particolare modifica. Con il Pontefice saranno sul convoglio le delegazioni delle diverse religioni del mondo, invitate a vivere nella citta’ di San Francesco una giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo. Oltre al capotreno e al macchinista ci saranno a bordo due responsabili e sette assistenti di Trenitalia. Non essendoci in Vaticano rete elettrica aerea, il convoglio verra’ trainato all’interno da un locomotore diesel, lo stesso che lo portera’ poi sino alla vicina stazione San Pietro, da dove potra’ collegarsi con la rete elettrica nazionale. L’onore di dare il via al treno spettera’ per competenza al capostazione di Roma Ostiense. Ma il primo via libera lo dara’ comunque Giovanni Amici, capostazione della Citta’ del Vaticano. L’arrivo ad Assisi e’ previsto dopo un’ora e cinquanta di viaggio. Lungo il percorso il convoglio rallentera’ nei pressi delle stazioni di Terni, Spoleto e Foligno. Il rientro e’ previsto in serata. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo