MEDIATRADE: GUP MILANO PROSCIOGLIE BERLUSCONI

Condividi

(ASCA) – Milano, 18 ott – Tutti a processo, tranne Silvio Berlusconi. E’ questo l’esito dell’udienza preliminare sul caso Mediatrade che vedeva 12 persone sul banco degli imputati a partire dal presidente del Consiglio fino ad arrivare ai vertici di Mediaset. Il gup di Milano, Maria Grazia Vicidomini, ha ritenuto che le prove raccolte a carico di Berlusconi, accusato di frode fiscale fino al 2009 e di appropriazione indebita fino al 2006, non siano sufficienti a giustificare l’avvio di un processo penale a carico del capo del governo. Diverso il destino degli altri imputati che saranno tutti processati: per Pier Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, che devono rispondere di frode fiscale, e per gli altri 9 imputati, accusati a vario titolo di frode fiscale, appropriazione indebita e in qualche caso anche di riciclaggio, il processo prendera’ il via il prossimo 22 dicembre davanti ai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano.