RAI: ‘LA DONNA CHE RITORNA’ VINCE IL PRIME TIME

(AGI) – Roma, 19 ott. – Ancora un grande successo per la fiction targata Rai: la prima parte de “La donna che ritorna”, interpretata da Virna Lisi, in onda su Rai1 ieri, martedi’ 18 ottobre, ha stravinto il prime time avendo ottenuto 5 milioni 232mila spettatori e uno share del 18.43. Su Rai2 doppio appuntamento con i nuovi episodi del telefilm “Criminal minds”: il primo ha realizzato 2 milioni 125mila spettatori e uno share del 6.96 e il secondo 2 milioni 381mila con l’8.11. Su Rai3 grande risultato per il programma di Giovanni Floris “Ballaro'” che e’ stato visto da 4 milioni 379mila spettatori e uno share del 15.82. In seconda serata il programma su Rai3 “Novantesimo minuto Champions” ha vinto la fascia oraria con 1 milione 880mila spettatori e uno share del 14.30. Da segnalare su Rai1 “Qui radio Londra” con 4 milioni 210mila spettatori e uno share del 14.96 e in seconda serata “Porta a porta” con 1 milione 212mila e il 13.08; su Rai3 “Buongiorno Regione” con il 13.66 di share e 873mila.
Le reti Rai si sono aggiudicate gli ascolti complessivi della prima serata con 11 milioni 951mila spettatori e uno share del 40.34; della seconda serata con 4 milioni 714mila e il 39.61 e dell’intera giornata con 4 milioni 157mila e il 40.31. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi