Giornalisti su Twitter

Dick Costolo, ceo di Twitter, a settembre ha annunciato che il sito di microblogging ha superato la quota di 200 milioni di utenti attivi, al secondo posto dietro Facebook, che di utenti ne conta 800 milioni. Ma gli utenti attivi di Twitter sono circa 100 milioni; il 50% ‘twitta’ ogni giorno generando un volume medio di 230 milioni quotidiani. Il dato interessante è che il 55% di accessi a Twitter avviene tramite device mobili; in Italia secondo Ipsos siamo arrivati a 20 milioni di smartphone, con una crescita nell’ultimo anno del 50%.
Le caratteristiche di Twitter lo hanno fatto diventare il canale privilegiato nella dieta mediatica degli opinion maker e di chi fa informazione. Per un giornalista un’estesa comunità  di seguaci rappresenta infatti uno dei fattori di crescita della propria reputazione e dell’influenza che esercita non soltanto sulla web community, ma con il passaparola che il web innesca anche sull’opinione pubblica, non direttamente raggiunta dal suo account.Infatti la peculiarità  di Twitter non è quella di essere un social come Facebook, ma di essere percepito dagli utenti come news network, dove tenersi aggiornati, fare informazione e condividerla.
Twitter ha un profilo più radical chic e di sinistra rispetto a Facebook, perché è stato scelto inizialmente dalla comunità  dei blogger, per la semplicità  di condivisione delle informazioni che ricorda le Bbs (come venivano chiamate agli albori di Internet le bacheche elettroniche).
L’esperienza di Twitter è equivalente a quella di tanti giornalisti che ogni giorno nei loro monitor vedono scorrere le notizie delle agenzie, con la differenza che su Twitter si possono commentare e condividere le informazioni con la propria rete di contatti.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 421 – ottobre 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale