Expo 2015: obiettivo ambizioso, un miliardo di contatti visite virtuali

Milano, 27 ott. (TMNews) – Gli organizzatori dell’Expo 2015 si aspettano di ospitare a Milano più di venti milioni di persone che verranno a vivere la loro “esperienza” reale nel sito espositivo, ma anche altri 980 milioni di visitatori “virtuali” che saranno coinvolti, attraverso il sito internet in tre dimensioni, in un colossale dibattito mondiale sull’alimentazione e lo sviluppo sostenibile. E’ questo l’obiettivo tracciato da Shelly Sandall e Roberto Arditti, direttore marketing e della comunicazione per l’esposizione universale milanese. “Vogliamo contattare un miliardo di persone in tutto il mondo – ha detto Arditti – e chiedere loro di riflettere sul tema ‘Nutrire il Pianeta, energia per la vita’ per almeno cinque minuti e fare una proposta. Il nostro obiettivo qualitativo è infatti creare un grade dibattito mondiale per il 2015 e anche per dopo”. Insieme ai visitatori reali e virtuali, bisognerà  però attirare anche le aziende, dalle quali gli organizzatori si aspettano 400 milioni di euro di investimenti. “I valori alla base del nostro marchio – ha detto Sandall – sono innovazione, sostenibilità  e coinvolgimento sociale. Le aziende, anche grazie alla tecnologia, sono sicura che vedranno grandi opportunità “. Per promuovere il marchio Expo uno degli strumenti principali degli organizzatori sarà  il sito internet, “un grande strumento di comunicazione – ha aggiunto il direttore marketing – che ci deve seguire nella preparazione dell’evento, documentando i passi avanti nella costruzione del sito e dei padiglioni nazionali. Sarà  un vero e proprio portale con tutte informazioni sui servizi e in grado di personalizzare l’esperienza di visita”. Tra il 2012 e il 2013 saranno organizzati centinaia di eventi promozionali in tutto il mondo per “esplodere” infine con un palinsesto ancora più fitto negli ultimi 18-24 mesi prima dell’apertura dell’Expo l’1 maggio 2015.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)