In Spagna Mediaset taglia i costi e migliora in borsa

MILANO (MF-DJ) – Con un taglio dei costi, personale compreso, del 16,6%, Mediaset Espana (nuova denominazione di Telecinco dopo l’acquisizione di Cuatro e del 22% di Digital+) batte le stime di mercato sui conti al 30 settembre. Numeri che, si legge su MF, hanno raccolto l’apprezzamento della borsa al punto che il titolo e’ rimbalzato a 5,08 euro (+8,52%), trascinando al rialzo le azioni della controllante Mediaset, 2,85 euro (+8,52%). Il gruppo televisivo guidato dal consigliere delegato Paolo Vasile ha archiviato il periodo gennaio-settembre con ricavi per 731,6 milioni (-14,1%), un ebitda di 131,6 milioni (-14,4%), un ebit di 120 milioni (-17,6%) e un utile di 113,65 milioni (+7,3%), rispetto ai 95 milioni di profitti ipotizzati dai broker. Il giro d’affari di Mediaset Espana e’ stato compresso dal calo (-12,6%) della raccolta pubblicitaria (730,4 milioni) superiore al dato complessivo di mercato (-6,7%) e di quello del segmento tv (-7,5%). Nonostante questo trend negativo, la societa’ ha incrementato la quota di mercato salendo al 43,5%, grazie a una media d’ascolto delle sei emittenti di proprieta’ del 26,4%, contro il 22,4% delle tv di Stato e il 16,8% di Antena3. Il terzo trimestre e’ stato difficile sul fronte della raccolta, ma l’ultima parte dell’anno e’ prevista in miglioramento. Il management di Mediaset Espana conta di archiviare il quarto trimestre con investimenti pubblicitari in flessione del 7,5%, in linea con l’attuale andamento del mercato spagnolo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi