Francia/ Giornalisti “Charlie Hebdo” ospitati da “Liberation”

Condividi

Sede del settimanale satirico andata distrutta in attentato

Parigi, 2 nov. (TMNews) – I giornalisti del settimanale satirico “Charlie Hebdo”, la cui redazione è andata distrutta in un incendio doloso, sono stati ospitati temporaneamente nei locali del quotidiano Liberation che domani uscirà  con quattro pagine firmate dai redattori e vignettisti del periodico francese. Nella notte la sede di “Charlie Hebdo”, in un edificio del quartiere popolare del XXmo arrondissement di Parigi, è stata incendiata con alcune bombe molotov. Oggi, il giornale è uscito in edicola con il titolo ‘Charia Hebdo’, dopo aver deciso di trasformare il profeta Maometto nel direttore del numero speciale, volto a “celebrare la vittoria” del partito islamico Ennahda in Tunisia e l’annuncio che “la sharia sarà  la principale fonte di diritto in Libia”. In prima pagina, un disegno raffigura Maometto che afferma: “100 frustate se non siete già  morti dal ridere!”. Secondo il direttore del settimanale, il disegnatore Charb, l’incendio è direttamente “legato” alla pubblicazione del numero speciale: “Su Twitter, su Facebook, abbiamo ricevuto molte lettere di protesta, di minacce, di insulti”, dopo l’annuncio, lunedì scorso, dell’edizione speciale. Anche il sito internet del giornale è finito sotto attacco: sulla open-page appare infatti da questa mattina la fotografia della moschea della Mecca, con le parole “Nessun altro Dio che Allah”.