Usigrai: sciopero contro lo smantellamento della Rai

(AGI) – Roma, 3 nov. – L’Usigrai e’ pronta a fissare la giornata di sciopero dei giornalisti Rai contro “lo smantellamento del servizio pubblico radiotelevisivo”. L’annuncio in una nota dove e’ detto che l’esecutivo ha dato mandato all’unanimita’ al segretario – che domani incontrera’ tutte le altre sigle sindacali – di indicare appunto questa data, mentre “altre iniziative di protesta saranno messe in campo a partire da lunedi’ 7 novembre”. Non e’ indicata la data ma indiscrezioni la indicano orientativamente nella settimana a cavallo tra la fine di novembre e i primi di dicembre, una volta espletate le procedure di legge in fatto di astensione dal lavoro dei dipendenti di un azienda di servizio pubblico. Nel comunicato – che l’Usigrai ha chiesto che venga letto in tutte le edizioni dei Tg e dei Giornali Radio, nella pagine di Televideo e dei siti internet, oggi e domani – e’ rilevato che vengono operate scelte aziendali che “mettono sempre piu’ a rischio la sopravvivenza della Rai” e che il servizio pubblico “ha visto l’uscita di volti noti dell’azienda e la chiusura di trasmissioni di successo che, oltre a garantire una informazione plurale, assicuravano introiti pubblicitari, ancor piu’ importanti in una fase di difficolta’ economica come quella attuale”. Insieme all’inopportunita’ di aumenti di stipendio in questa fase, viene quindi denunciata “l’ennesima dimostrazione di inadeguatezza data oggi con una clamorosa marcia indietro in una trattativa che si avviava a concludersi positivamente sulle diverse vertenze aperte”, riferendosi al confronto con le relazioni sindacali in merito alle questioni Tgr, RaiNews e Televideo. L’Usigrai chiede “progetti di rilancio del servizio pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi