TV: SANTORO; MASI, NESSUN INSERZIONISTA HA MAI CHIESTO LUI

L’EX DG RAI, MICHELE CORAGGIOSO MA PROGRAMMA E’ SEMPRE LO STESSO

(ANSA) – ROMA, 7 NOV – “Nessun inserzionista ha mai detto voglio andare su Santoro”. Lo ribadisce l’ex dg della Rai Mauro Masi, intervistato oggi a ‘Un giorno speciale’ su RadioRai. “Su questo ho sempre discusso molto con lui – spiega Masi- E’ la Sipra che distribuisce la pubblicità  secondo le reti (…) se un programma fa un certo tipo di ascolto, la concessionaria garantisce quel livello di ascolto (…) E’ vero che più fai ascolti e più sostieni la raccolta pubblicitaria (…) Ma non c’é nessun imprenditore in Italia, grande, piccolo, medio che abbia detto io pago voglio andare su Santoro”. Cosa che fra l’altro, spiega l’ex dg, “non esiste per nessuno, tranne forse per le partite di calcio e per programmi altamente specializzati Quanto al giudizio su ‘Servizio pubblico’: Santoro, dice Masi, ha fatto con la sua trasmissione su multipiattaforma “un esperimento coraggioso. E il coraggio va riconosciuto”. Buoni anche gli ascolti, aggiunge, “anche se bisogna vedere se verranno confermati”. Il programma però, sottolinea l’ex dg Rai, “E’ sempre quello. Santoro fa da 30 anni lo stesso programma”. D’altra parte, dice Masi, “Santoro ha un suo pubblico che lo vuole così”. Dall’ex dg anche accenno alle vignette dedicategli da Vauro: “Ho visto le vignette che mi ha dedicato Vauro che francamente non ho capito.- commenta- Però ho detto anche che Vauro mi sta simpatico, è talmente brutto che fa tenerezza”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi