Mediaset: l’impero di Berlusconi rischia l’assalto

ROMA (MF-DJ) – Adesso, in caso di dimissioni del premier, l’impero economico di Silvio Berlusconi rischia l’assalto. La Repubblica scrive che “la posta in gioco è molto alta su diversi fronti. Il capitolo più delicato nell’immediato è – come ovvio – il destino di Mediaset”, oltre che “la spartizione ereditaria dell’impero del premier”. In caso di crisi di governo, Canale 5 & company rischiano: una riedizione della riforma Gentiloni che imponeva un tetto più severo alla raccolta pubblicitaria del Biscione. Un colpo che rischia di essere quasi mortale per un gruppo giaà  alle prese con i guai di Endemol – il produttore del Grande Fratello in cui Mediaset ha perso quasi 500 milioni – l’offensiva di Sky e i segni di stanchezza della tv generalista. “Se la società  rimarrà  orfana degli ‘aiutini’ confezionati a intervalli regolari dal governo del suo socio di riferimento negli ultimi 3 lustri: senza leggi salva Rete 4, sovvenzioni per i decoder, Iva anti-Murdoch e aste gratuite per le frequenze digitali – dicono gli analisti – far quadrare i conti del Biscione sarà  molto più difficile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi