TV/ASCOLTI: RAI, ‘LA RAGAZZA AMERICANA’ VINCE LA PRIMA SERATA

(ASCA) – Roma, 8 nov – Ancora un grandissimo successo per la nuova fiction ”La ragazza americana” trasmessa su Rai1 ieri, lunedi’ 7 novembre, che ha stravinto il prime time avendo ottenuto 6 milioni 136 mila spettatori e uno share del 22.27. La serata televisiva prevedeva su Rai2 il programma di Roberto Giacobbo ”Voyager indagare per conoscere” che ha realizzato 2 milioni 219 mila spettatori e uno share dell’8.06. Su Rai3 lo speciale ”Presa diretta live”, dedicato al maltempo di questi giorni ha registrato 2 milioni 29 mila spettatori e uno share del 7.24. In seconda serata ”Porta a porta” e’ stato il programma piu’ seguito come numero di spettatori con 1 milione 977 mila e il 17.91 di share. Da segnalare su Rai1 la prima parte de ”La vita in diretta” con 2 milioni 844 mila spettatori e uno share del 25.82 e ”Qui Radio Londra” con 4 milioni 831 mila e il 17.20. Su Rai3 il programma d’informazione ”Buongiorno Regione” con 983 mila e il 14.80 e in seconda serata il film documentario ”Per Firenze” che ricordava l’alluvione del 1966 con 1 milione 341 mila e l’8.02. Vittoria delle reti Rai in prima serata con 11 milioni 234 mila spettatori e uno share del 37.76 e nell’intera giornata con 4 milioni 576 mila e il 37.04.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi