FIORELLO: MAZZA, CON UNO COME LUI ASCOLTI ALMENO AL 30%

(AGI) – Roma, 8 nov. – Raggiungere il tetto del 30 per cento di share e’ un obiettivo credibile per Rai1 lunedi’ prossimo, ed anche i successivi, con lo show di Fiorello. Lo ritiene Mauro Mazza, direttore della rete ammiraglia, che a margine della conferenza stampa di presentazione de ‘Il piu’ grande spettacolo dopo il weekend’ si lascia andare dopo insistenze ad un pronostico. “Con uno come Fiorello, con il tipo di spettacolo messo in piedi dall’azienda e da Rai1, con lo forzo fatto per realizzare lo show, penso che quell’obiettivo sia raggiungibile”, nonostante la parcellizzazione – dovuta anche al moltiplicarsi dell’offerta grazie al digitale terrestre – del pubblico televisivo da casa. Mazza non nasconde che superare quella soglia del 30 per cento sarebbe una grossa soddisfazione, e ribadisce che questo spettacolo sara’ l’evento chiave della stagione di Rai1, ormai “nella giusta carreggiata” in questa fascia di garanzia dopo qualche problema iniziale. “Chi non fa non falla…”, ha detto Mazza, riferendosi al fatto che qualche errore puo’ anche capitare nella programmazione di un’intera stagione, ma ormai la distanza con il principale competitor “e’ ampia, netta”. Tornando alle previsioni di ascolti, il direttore di Rai1 conclude con una battuta: “dal 35 al 40 per cento brindiamo con lo spumante…”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi