INTERNET: FIREFOX INTEGRA LE RICERCHE DI TWITTER

CON RILASCIO DELL’OTTAVA VERSIONE BROWSER MOZILLA

(ANSA) – ROMA, 9 NOV – La casella di ricerca arricchita con l’indicazione ‘Twitter’: è questa una delle novità  dell’ottava versione di Firefox, il browser opensource targato Mozilla usato da oltre il 20% della popolazione mondiale, rilasciata da poche ore. Gli utenti di Firefox 8.0 potranno effettuare ricerche tra i cinguettii pubblicati sul social network e interagire in modo veloce. Per ora, però, la ricerca sui tweet non è disponibile in italiano. Oltre all’integrazione delle ricerche Twitter, la nuova versione del browser mette un freno agli ‘add-on’ – software che migliorano e personalizzano le applicazioni basate su Mozilla – che possono installarsi senza richiedere un’esplicita autorizzazione da parte dell’utente. Il browser sta disabilitando automaticamente tutti quei componenti aggiuntivi che non si comportano in modo trasparente e spetterà  all’utente Firefox l’ultima parola: potrà  decidere se disinstallarli tutti o se mantenerne qualcuno. Questo snellimento avrà  un influsso positivo sulla velocità  del software. Firefox 8.0 è disponibile nelle versioni compatibili con Mac OS X, Windows e Linux. Per quanto riguarda i dispositivi mobili, il browser è già  stato pubblicato nella versione destinata ai gadegt con un cuore Android. Per scaricare la nuova versione del browser: http://www.mozilla.org/it/firefox/new/. Secondo la statistica pubblicata pochi giorni fa da NetMarketshare, Firefox è il secondo browser al mondo dopo Internet Explorer di Microsoft sceso per la prima volta sotto il 50% i quote di mercato nel mondo. Terzo è Chrome al 17.6%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)