TV: SU SKY SBARCA LA SERIE EVENTO GAME OF THRONES

DALLA SAGA DI GEORGE R.R. MARTIN; UN SIGNORE ANELLI PER ADULTI

(di Nicoletta Tamberlich) (ANSA) – ROMA, 10 NOV – Scene pulp di decapitazione e sangue, sesso, nudi frontali; intrighi politici, vendette pianificate con cura, amori incestuosi tra fratelli, figli ‘bastardi’, mostruose creature, e soprattutto forze soprannaturali. Domani debutta su Sky Cinema una delle serie Tv più attese della stagione, Il Trono di Spade (Game of Thrones), adattamento targato HBO della saga best seller di George R.R. Martin Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, pubblicata in Italia da Mondadori e tra le più popolari mitologie letterarie degli ultimi anni. Il tratto distintivo della serie è che gli eroi destinati a salvare le sorti del mondo qui non esistono. Girata tra la Scozia, Belfast, Malta e il Marocco, è diretta da quattro registi: Tim Van Patten, Brian Kirk, Daniel Minahan e Alan Taylor. L’universo fantastico di Martin, definito ‘il Tolkien americano’, è ricco di personaggi scolpiti ad arte, trame intrecciate alla perfezione e ambienti dipinti con rara accuratezza. Gli effetti digitali sono grandi, comunque sempre asserviti alla storia e ai giganteschi set costruiti per evocare l’interno dei castelli e le strade delle città . Una trasposizione televisiva ad alto tasso di violenza e di erotismo, consigliata a un pubblico maturo e anche a chi sia allergico alla fantasy. Le scene più “forti” lasciano però presto spazio ad una trama ricca di intrighi politici e raggiri psicologici ambientati in un universo complesso e composto. La serie mescola abilmente racconto epico e suspense, scenari antichi e personaggi ‘moderni’, mostrando un fascino crescente man mano che lo spettatore si cala nel mondo di Westeros, affascinante quanto spietato. Un appuntamento televisivo che, come ha commentato il Guardian dalle sue colonne, “sarebbe un gran peccato perdersi per mancanza di immaginazione”. Ed ancora: “La più coinvolgente avventura televisiva dai tempi di Lost’ ha titolato il Time. La saga si svolge nei Sette Regni di Westeros, una terra misteriosa dove “le estati possono durare decenni e gli inverni un’intera vita”. Qui, dall’intrigante sud al selvaggio oriente, fino alle lande ghiacciate del nord, impazza una lotta senza esclusione di colpi, in cui re e regine, cavalieri e ribelli, uomini leali e feroci traditori, si affrontano per la conquista del potere in un ‘gioco di troni’ tra le principali dinastie. Il conflitto oppone in particolare le casate Stark, Lannister e Targaryen, che si affrontano senza pietà  per il Trono di Spade, fra colpi di scena. Un fantasy atipico, abbondano le atmosfere crude e brutali, una sorta di ‘Signore degli anelli per adulti’. La sceneggiatura è a cura di David Benioff, autore dello script capolavoro ‘La 25a ora’ e che si era già  cimentato con l’epos con “Troy”, e di D.B. Weiss. Superlativo cast di attori coinvolti. Tra questi, nel ruolo del nobile Eddard Stark, c’é Sean Bean la cui immagine, per gli appassionati di fantasy è legata a doppio filo a quella di Boromir de Il Signore degli Anelli. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi