Rcs: perdita netta al 30/09 pari a 25,5 milioni di euro

MILANO (MF-DJ) – Rcs ha registrato una perdita netta al 30 settembre 2011 pari a 25,5 mln euro, in aumento rispetto ad un utile di 0,7 mln registrato nello stesso periodo del 2010. I ricavi consolidati, informa una nota, ammontano a 1.511,9 mln (1.554,1 mln a perimetro omogeneo del 2010), i ricavi pubblicitari di Gruppo si attestano a 515,8 milioni (527,3 mln in 2010), i ricavi diffusionali sono pari a 807,9 milioni ed evidenziano a perimetro omogeneo un calo di 30,1 milioni rispetto al pari periodo 2010, prevalentemente attribuibile (per 27,3 milioni) all’area Quotidiani Spagna. I ricavi editoriali diversi, pari a 188,2 milioni, risultano lievemente in calo a perimetro omogeneo, nonostante i buoni risultati di Quotidiani Italia. L’Ebitda pre oneri e proventi non ricorrenti e’ positivo per 95 mln (113,7 mln in 2010 a perimetro omogeneo, 122,3 milioni reported), riflettendo in particolare gli andamenti delle aree Quotidiani Spagna (-14,2 milioni) e Quotidiani Italia (-6,3 milioni), entrambe negativamente influenzate dall’assenza di rilevanti eventi sportivi nel 2011 e – soprattutto per quanto riguarda la Spagna – dal generalizzato calo delle diffusioni e dalle evidenti difficolta’ del mercato pubblicitario. L’Ebitda post oneri e proventi non ricorrenti e’ positivo per 82,7 milioni (115,7 milioni a perimetro omogeneo nel pari periodo 2010, 124,1 milioni reported), considerando oneri netti non ricorrenti per 12,3 milioni nei nove mesi 2011 e proventi netti non ricorrenti per 2 milioni nei nove mesi 2010. L’Ebit e’ pari a 6,1 milioni (40,5 mln in 2010), gli oneri finanziari netti risultano pari a 21,2 milioni (21,6 milioni in 2010). Dai dati emerge che il target iniziale di 200 milioni del Piano di Interventi varato nel 2009 e’ stato ampiamente superato, generando ad oggi benefici complessivi per circa 247 milioni. In relazione al permanere delle incertezze del mercato, il Gruppo ha inoltre implementato un nuovo intervento sui costi in Spagna e in Italia, attendendo da essi benefici pari a circa 100 milioni in aggiunta alle ipotesi sottese al Piano Triennale 2011-2013. L’indebitamento finanziario netto si riduce di 53,6 milioni rispetto al 30 settembre 2010 e si attesta a 981,7 milioni. L’organico medio, pari a 5.958 risorse, si riduce di 253 unita’ rispetto al pari periodo 2010 anche per effetto dell’attuazione dei piani di riorganizzazione che coinvolgono tutte le aree del Gruppo, mentre continua il potenziamento delle risorse dedicate alle attivita’ digitali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo