VimpelCom: Ceo, in Italia piano emergenza per taglio posti e investimenti

MOSCA (MF-DJ) – Il gruppo di telecomunicazioni russo VimpelCom ha previsto un piano di contingenza per la riduzione dei costi e degli investimenti nella divisione di telefonia mobile italiana, studiato per rispondere alla crisi economica scatenata dal forte debito nazionale. Lo ha rivelato il Chief Executive Officer, Jo Lunder. “Naturalmente abbiamo un piano di contingenza”, ha riferito Lunder sa Dowjones Newswires durante un’intervista. “Se i ricavi dovessero subire una flessione, avremmo necessita’ di rivedere i costi e gli investimenti”, ha ribadito. Per Wind Telecomunicazioni di VimpelCom “non si prevede un rallentamento della spesa dei consumatori”, ha aggiunto Lunder. La divisione italiana infatti “registra performance superiori rispetto a quelle di tutte le sue rivali”. Il numero di abbonati a rete fissa in Italia e’ aumentato su base annua del 15% a 2,1 mln di unita’ nel 3° trimestre, i ricavi della divisione di telefonia mobile sono progrediti del 34%. Alla domanda riguardante le conseguenze di una potenziale uscita dell’Italia dall’Euro-zona il Ceo ha replicato: “Non credo che accadra’ una cosa simile”. I timori di VimpelCom per il Paese includono il debole contesto macroeconomico e le regolamentazioni poco favorevoli, ha riferito la societa’. VimpelCom aveva annunciato a settembre investimenti in Italia per 1,12 mld euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci