MEDIATRADE: GUP, IN QUEGLI ANNI BERLUSCONI E AGRAMA NON ERANO SOCI

(AGI) – Milano, 16 nov. – Negli anni tra il 2002 e il 2009, in cui si svolgono le vicende relative all’inchiesta Mediatrade, Silvio Berlusconi e Frank Agrama, non erano soci occulti, ma anzi i rapporti tra l’imprenditore di origine egiziana e il gruppo Mediaset erano “incrinati”. Lo sostiene il Gup, Maria Vicidomini, nelle motivazioni alla sentenza d’assoluzione per l’ex premier. A testimoniarlo, secondo il Gup, ci sarebbe anche la corrispondenza tra Agrama e la dirigenza Fininvest-Mediaset tra il 2001 e il 2003 che “collide nettamente con l’impostazione accusatoria secondo cui, anche negli anni oggetto del presente giudizio, Agrama sarebbe stato socio occulto di Berlusconi”. Non si comprenderebbe altrimenti perche’, argomenta il giudice, Agrama “dovesse insistere tanto ripetutamente e in forma scritta con la dirigenza Mediaset per ottenere che i rapporti commerciali con le sue societa’ proseguissero come prima, addirittura cercando di rassicurarla sul fatto che per le societa’ del gruppo Mediaset non ci sarebbe stato alcun costo aggiuntivo e descrivendo in dettaglio i meccanismi di intermediazione nelle compravendite nei diritti che intendeva attuare. Sarebbe bastato ad Agrama rivolgersi al proprio socio occulto Berlusconi per ottenere quanto richiesto nell’asserito interesse comune di entrambi”. Questo carteggio “smentisce anche la titolarita’ in capo a Berlusconi di potere di fatto sulla gestione di Mediaset negli anni del presente giudizio risultando evidente dal tenore complessivo delle missive che nessuno intervento fu posto in essere da Silvio Berlusconi sui vertici di Mediaset per assecondare le pretese di Agrama, che infatti vide radicalmente diminuire il suo fatturato con le societa’ del gruppo”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi