TLC:BERNABE’,STANDARD MONDIALI E TECNOLOGIA AVANZATA PER SIM CARD

(AGI) – Roma, 16 nov. – China Mobile e China Unicom si uniscono agli operatori tlc leader nel sostenere la tecnologia mobile NFC SIM Based, che consente l’utilizzo del telefonino come ‘terminale’ per servizi avanzati. La GSMA (GSM Association, che raggruppa operatori e societa’ della telefonia mobile), infatti, ha annunciato che 45 operatori mobili leader mondiali hanno preso l’impegno per supportare e implementare soluzioni e servizi SIM-based nel Near Field Communications (NFC). Tra questi anche China Mobile e China Unicom che assieme raggiungono circa 800 milioni di connessioni in tutta la Cina. La GSMA ha definito una serie di specifiche di interoperabilita’ e si pone come catalizzatore per accelerarne l’adozione per i servizi NFC. Le specifiche per gli apparati e le SIM abiliteranno lo sviluppo globale di servizi NFC SIM-based che saranno caratterizzati da sicurezza, interoperabilita’ e capillare fruibilita’.
“La tecnologia NFC basata su SIM card sta sviluppandosi rapidamente, grazie anche al sostegno di operatori molto importanti come China Mobile and China Unicom che supportano questi servizi rendendoli sicuri tramite la SIM”, afferma Franco Bernabe’, Chairman di GSMA e CEO e Chairman del gruppo Telecom Italia. “NFC e’ un’importante innovazione per i clienti di tutto il mondo e, nonostante sia forse piu’ conosciuto come sistema in grado di abilitare pagamenti con il telefonino, abilita di fatto molti altri servizi e applicazioni come ad esempio mobile ticketing, servizi di intrattenimento, accesso sicuro ad hotel o automobili, programmi fedelta’ e buoni sconti”.
Oltre a China Mobile e China Unicom, gli operatori che hanno preso questo impegno sono: America Movil, AT&T, AVEA, Axiata, AXIS, Bell Mobility, Bharti Airtel, Bouygues Telecom, Deutsche Telekom, Du, Elisa Corporation, Etisalat, KDDI, KPN, KT Corporation, Maxis, MegaFon, Mobily, MTS, NTT DOCOMO, Oi Paggo, Optus, Orange, Proximus, Play, Plus, PTK Centertel, Qtel Group, Rogers Communications, Saudi Telecom Company (STC), SFR, SK Telecom, Smart, SOFTBANK MOBILE, Telecom Italia, Telecom New Zealand, Telecom Slovenije, Telefonica, Telenor, TeliaSonera, Telekom Austria Group, Telus, TMN, Turkcell, Verizon, VimpelCom, VIVA Bahrain, Vivo e Vodafone Group. Inoltre anche ISIS, l’organizzazione formata da AT&T Mobility, T-Mobile USA e Verizon Wireless per costruire una rete mobile di commercio negli Stati Uniti, supporta l’NFC basata su SIM card. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci