PUBBLICITA’: ALESSANDRO BENETTON,MALIZIA IN OCCHI CHI GUARDA

Condividi

‘SPIRITO GENUINO DELLA CAMPAGNA CON PAPA E IMAM E’ EVIDENTE’

(ANSA) – PARIGI, 16 NOV – “Io penso che la malizia sia soprattutto negli occhi di chi guarda”: lo dice all’ANSA Alessandro Benetton, vice presidente esecutivo di Benetton Group, a margine della conferenza di presentazione a Parigi della nuova campagna dell’azienda dal titolo ‘Unhate’, in risposta a chi potrebbe considerare offensive alcune immagini, in particolare quella di Papa Benedetto XVI che bacia l’imam del Cairo. “E’ possibile dare tante interpretazioni alle cose – continua Alessandro Benetton -. Mi piacerebbe pensare che chi guarda questa campagna o chi avrà  l’occasione di vederla pensi invece agli elementi di riconciliazione e non di rottura”. Il vicepresidente di Benetton Group ritiene che “lo spirito genuino della campagna sia abbastanza evidente” e che sono state utilizzate immagini “volontariamente forti” perché per essere ascoltati non si può fare qualcosa di banale o che passi inosservato. Dopo la diffusione, stamani, di alcune immagini della campagna, diverse associazioni cattoliche sono intervenute in segno di protesta. Secondo Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart, la nuova pubblicità  Benetton “é un’ offesa al cattolicesimo” e chiede che venga ritirata. “Noi diciamo no alla pubblicità  della Benetton che ha come oggetto il Papa – afferma anche Antonio Satta, segretario dell’Unione Popolare Cristiana (Upc) -. La religione non può essere offesa in questo modo. Anche la pubblicità  si ponga dei limiti”. (ANSA).