Tunisia: a processo il direttore tv che mandò in onda ‘Persepolis’

Condividi

Tunisi, 16 nov. (TMNews) – Il direttore generale di Nessma tv, Nabil Karoui, dovrà  presentarsi domani davanti ai giudici per rispondere dell’accusa di “vilipendio dei valori sacri”, per avere trasmesso il 7 ottobre scorso film d’animazione franco-iraniano “Persepolis” (2007), tratto dall’omonimo fumetto autobiografico di Marjane Satrapi, che ha scatenato le proteste degli islamici salafiti. Karoui, che è oggetto di 140 denunce, rischia fino a tre anni di prigione. Il 9 ottobre gruppi di estremisti salafiti hanno tentato di dare fuoco alla sede della tv a Tunisi e le violenze sono proseguite cinque giorni dopo con degli attacchi molotov alla casa del direttore, per fortuna assente. L’Islam proibisce qualsiasi rappresentazione di Allah e a far indignare gli estremisti sarebbe stata una scena del film in cui la bambina protagonista si immagina dio come un uomo barbuto. Karoui si è già  scusato per avere trasmesso il film d’animazione: “Mi dichiarerò non colpevole, ovviamente. E’ scandaloso che io sia in tribunale, mentre le persone che hanno bruciato la mia casa sono state rilasciate”, ha commentato il direttore, sostenendo che i nuovi difensori dell’ordine morale in Tunisia con lui vogliono dare l’esempio, ma si tratta di una dittatura morale ancora peggiore di quella sotto Ben Ali. (fonte Afp)