TV: MEDIASET LANCIA PREMIUM PLAY, ULTIMA FRONTIERA DELL’ON DEMAND

(AGI) – Milano, 18 nov. – Non solo tv, ma anche computer e Xbox 360; duemila contenuti, anche in Hd visibili in qualsiasi momento e in continuo aggiornamento; il noleggio delle prime visioni pay-per-view. Dopo Premium OnDemand e Premium NetTv, Mediaset lancia da oggi un ulteriore nuovo modo di fruire la televisione, sempre caratterizzato dalla flessibilita’. Si chiama ‘Premium Play’ ed e’ un servizio disponibile in tutti i pacchetti Mediaset Premium a partire da 19 euro al mese. I telespettatori avranno cosi’ la possibilita’ di scegliere quando, come e dove godersi il programma scelto: sono duemila i contenuti da gestire in prima persona tra film, serie tv, cartoni, documentari e calcio, oltre ai programmi delle reti Mediaset degli ultimi sette giorni sempre disponibili. Ai normali film trasmessi in pay-tv, inoltre, Premium Play consente di noleggiare via telecomando le prime visioni assolute pay-per-view di Warner, Universal, Medusa e Disney a pochi mesi dall’uscita nelle sale. Il nuovo prodotto dell’azienda di Cologno Monzese sara’ visibile sui televisori con qualunque decoder digitale terrestre con Bollino Gold abilitato al servizio, ma per la prima volta un operatore televisivo consentira’ di vedere tutta la propria offerta ‘on-demand’ anche su console XBox 360 e computer, con un sistema network independent che consente di accedere al servizio con una connessione adsl di qualsiasi operatore telefonico. (AGI) Mi5/Car

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi