RAI: NATALE (FNSI), MAI RASSEGNARSI A SQUILIBRI INFORMATIVI

(ANSA) – ROMA, 20 NOV – “Se il delitto di Avetrana (vicenda tragica ma privata) non è ancora arrivato al processo e già  è stato sviscerato in centinaia di ore di programmi (ancora oggi pomeriggio su Rai1), la notizia della sentenza del tribunale di Milano sulla ‘ndrangheta (vicenda pubblica) ha avuto una’ attenzione mediatica infinitamente più esigua”. E’ il ragionamento di Roberto Natale, presidente della Federazione nazionale della stampa che rileva: “Non ci si può rassegnare a squilibri informativi così pesanti, soprattutto quando a rendersene responsabile è il servizio pubblico. In questi giorni, sulla scia della formazione del nuovo governo, si intensifica il dibattito sulla necessaria trasformazione della Rai e l’indispensabile superamento della legge Gasparri. Non c’é bisogno – insiste Natale – di aspettare la nuova legge, però, perché il servizio pubblico dia finalmente il segnale di aver capito che l’insistenza ossessiva su certi delitti fa forse bene agli indici di ascolto, ma nuoce molto alla credibilità  e all’autorevolezza della Rai. Solleticare gli istinti più morbosi degli spettatori non è tra i compiti di una tv civile”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi