Tv/ Fiorello boom, ma la critica si divide

Diaco: “No Fiore, no Rai”. Guzzanti: ‘Noioso’

Milano, 22 nov. (TMNews) – Ancora un successo la puntata di ieri dello show di Fiorello, #Il più grande spettacolo dopo il weekend, secondo programma di prime time più visto dal 2006 dopo il Festival di Sanremo di quest’anno. Ma la critica si divide. Da una parte Pierluigi Diaco ha scritto questa mattina sul suo blog (www.diacoblog.com): “Generoso, coinvolgente, maturo. Fiorello sta restituendo alla tv generalista la sua anima popolare. Il suo entusiasmo e il suo ego non disturbano, non annoiano, sono al servizio dello show. Eccellente! No Fiore, No Rai!”. Il giornalista e conduttore, raggiunto telefonicamente, ha poi spiegato: “Raiuno è la cattedrale della televisione e chi, come Fiorello, ha il privilegio di officiare Messa ha il dovere di usare toni e linguaggi che possano arrivare a tutti, dai bambini ai più anziani. Fiorello risponde con intelligenza a questo compito, valorizzando al massimo tutte le professionalità  tecniche e autoriali che solo la Rai sa mettere a disposizione dei grandi artisti. Ecco perché è il caso di dire: No Fiore, No Rai”. Dall’altra, però, le parole di Sabina Guzzanti su Twitter dopo la prima puntata dello show: “Noiosissimo. L’ho visto 5 minuti. Che p…”. Repentina la risposta di Fiorello sullo stesso social network: “Rosicona. Pensa che una volta mi facevi ridere, ora mi fai tristezza”. Il litigio ha ulteriormente caricato i critici: se da una parte la Guzzanti non ha mostrato particolare eleganza nello stroncare pubblicamente il lavoro del collega, Fiorello, di certo, non ha reagito sportivamente alla critica, risultato per molti presuntuoso. Infine sempre su Twitter molto criticata l’apparizione di Laura Chiatti che ha duettato con Fiorello riproducendo una sorta di “Twilight”. Molti non hanno gradito il suo abbigliamento e addirittura c’è chi scrive che l’attrice sia incinta visto che è apparsa ingrassata. Ovviamente in casa Rai sono tutti festanti. Il direttore generale dell’azienda, Lorenza Lei, ha dichiarato: “Un’impresa. Siamo soddisfatti perché Fiorello è riuscito a consolidare il suo pubblico e ha riavvicinato i giovani alle prime serate di Raiuno”. Il dg di viale Mazzini – che l’artista siciliano durante lo show prende bonariamente di mira facendola passare per un “sergente di ferro” in azienda – sottolinea quindi che la scelta di riportare il conduttore in Rai e di aprire la stagione con un evento così importante “deve essere di stimolo a fare sempre meglio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi