EDITORIA: ‘PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI’ TORNA A ROMA AL PALAZZO DEI CONGRESSI

(ASCA) – Roma, 22 nov – ‘Piu’ libri piu’ liberi’ la Fiera nazionale della piccola e media editoria spegne dieci candeline e torna a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur. Un appuntamento che promette di riscuotere i successi delle edizioni precedenti e che, dal 7 all’11 dicembre, scorrera’ come le pagine di un libro all’insegna della ”tentazione” della lettura. Un programma con l’editoria fitto di appuntamenti, con un cartellone ricco di autori, presentato a Roma, a Piazza di Pietra. Un appuntamento organizzato dall’Associazione Italiana Editori con il sostegno del Ministero per i Beni e le attivita’ culturali, della Provincia di Roma, Roma Capitale, la Camera di Commercio di Roma, e con il patrocinio della Regione Lazio, e che, nell’edizione di quest’anno, prevede anche uno spazio speciale dedicato agli addetti ai lavori. Dunque approfondimenti sulla trasformazione dei modelli distributivi e sui nuovi percorsi di comunicazione dell’editoria per ”un’iniziativa splendida, cresciuta negli anni – come ha sottolineato l’assessore capitolino alle Politiche culturali, Dino Gasperini – un’iniziativa talmente importante che l’amministrazione conferma l’impegno e il sostegno economico. E aggiungo che al termine dell’iniziativa abbiamo intenzione di fare qualcosa di piu’: apriremo un tavolo – ha detto Gasperini – per vedere di limitare i problemi e farla crescere ancora. Questa fiera e’ una delle perle che abbiamo nella nostra citta’ e non vogliamo vada da nessuna altra parte”. Anche l’assessore alle Politiche culturali della Provincia di Roma, Cecilia D’Elia, ha ribadito l’importanza dell’evento che Palazzo Valentini ”sostiene con convinzione”, vista anche la strategicita’ ”di un settore cruciale per la nostra economia e la nostra cultura. Soprattutto in questo momento di crisi e’ necessario essere vicini ad una realta’ che ha dimostrato singolare vitalita’ imprenditoriale. Inoltre in fiera ci saranno 5 hot spot per l’accesso gratuito a internet” ha aggiunto. Saranno dunque cinque giorni a base di libri, autori, case editrici e poi riviste, festival, e-book, nuove collane e progetti editoriali, premi letterari, mostre. Una fitta rete di incontri, confronti e sorprese con 411 editori e 300 iniziative in programma. E a dieci anni dall’inizio dell’avventura la Fiera della piccola e media editoria tira le somme. Nel primo decennio si e’ passati dai 30mila visitatori del 2002 ai 57mila del 2010 con un incremento dell’88%. Circa 40mila copie vendute il primo anno, 90mila nel 2011. Nel 2003 la Pme valeva 8,5% del mercato complessivo dell’editoria italiana, lo scorso anno rappresentava l’11,6%. Quanto alle cifre sul settore, l’appuntamento al Palazzo dei Congressi sara’ l’occasione per ragionare sul fatto che la meta’ dei titoli sono oggi prodotti da piccoli e medi editori (che hanno infatti raggiunto nel 2010 il 45,1% della produzione complessiva). Aumentano inoltre del 2% i piccoli editori (5-10 titoli pubblicati), mentre diminuiscono i medi, con 11-50 titoli. In attesa di sapere come e’ andato il 2011 – i dati verranno presentati a Piu’ libri piu’ liberi il 7 dicembre – l’indagine condotta sugli editori presenti in Fiera evidenzia come la piccola editoria lo scorso anno abbia continuato a difendere egregiamente la propria quota di mercato: nel 2010 i 411 editori che espongono a Roma hanno rappresentato il 13,5% del fatturato complessivo del canale trade contro il 13% dello scorso anno (+3,9%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo