TV: PAVONCELLO, DA GIALAPPA’S PREGIUDIZI SU EBREI

IERI LA PAROLA ‘RABBINO’ PER STIGMATIZZARE TIRCHERIA

(ANSA) – ROMA, 22 NOV – “Francamente, ci siamo stancati. D’ora in poi non avremo più alcuna tolleranza nei riguardi di gente che continua imperterrita a usare pregiudizi volgari e irreali nei confronti degli ebrei”. Lo dice Vittorio Pavoncello consigliere dell’Unione delle Comunità  ebraiche italiane. “Mi riferisco questa volta – spiega – alla Gialappa’s che ieri sera su Canale 5 nella consueta presa in giro degli inquilini del Grande Fratello ha usato la parola ‘Rabbino’ trasformandola in un epiteto per stigmatizzare la tirchieria di uno dei concorrenti. Il più classico dei pregiudizi antisemiti”. “Lo hanno fatto – aggiunge – in una trasmissione di largo seguito tra i giovani, amplificando così un luogo comune che ha portato a nefandezze terribili. Ci domandiamo se sappiano cosa significhi la parola ‘Rabbino’.E qualora lo sapessero, dovrebbero riflettere a lungo”. “A loro, oltre la nostra esaurita pazienza, va tutta la nostra disistima e un invito ad un approfondimento sul piano culturale. E anche – conclude Pavoncello – una risata in meno”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi