TV:AVVENIRE;BENE FIORELLO,UNISCE ITALIANI ANZICHE’ DIVIDERLI

“ANCHE SCELTA D’INTONARE L’OSANNA CI DICE CHE SIAMO UN POPOLO”

(ANSA) – ROMA, 23 NOV – Il segreto dello show-record di Fiorello? “Unire gli italiani, non dividerli”. Il quotidiano cattolico Avvenire elogia oggi in un editoriale lo spettacolo di RaiUno che ha riportato in auge il varietà  e anche la scelta di Fiorello, nella puntata di lunedì scorso, di intonare l'”Osanna” dopo il duetto con Michael Bublé. “Il coro parte immediato, compatto, senza esitazioni. Alla faccia della secolarizzazione, della scristianizzazione, della scatechizzazione, dell’analfabetismo liturgico”, commenta il giornale dei vescovi. “Un canto liturgico del tutto decontestualizzato – prosegue -. Eppure nessuno scandalo, nessuna protesta, nessun commento risentito o stizzito. Giustamente. Nessun intento provocatorio, in lui, ma soltanto il desiderio di far cantare a un pubblico eterogeneo, di cui non poteva sapere nulla, qualcosa di sicuramente noto. Il desiderio di far dire agli italiani: perbacco, siamo ancora capaci di cantare in coro”. Per Avvenire, “la sensazione è che un canto liturgico, preso in prestito dalla liturgia sacra, fosse appunto il più adeguato per una liturgia, laica ma liturgia”. Secondo il quotidiano della Cei, il successo dello show di Fiorello, che “é sempre il solito varietà “, deriva dal fatto che “il già  noto stuzzica le corde del cuore. E questo è il primo bisogno dell’italiano stanco e impaurito e insicuro”. Il secondo motivo, poi, “é un bisogno profondo di ‘liturgia’, di ritrovarsi in tanti attorno a qualcosa di condiviso. E questo è lo show di Raiuno, con Fiorello officiante in giacca di lamé, consapevole del suo ruolo ma così intelligente e mite da giocarlo con misura, senza abusare del proprio evidente potere”. E anche “il suo Osanna, decontestualizzato e desacralizzato, dice comunque qualcosa di ‘sacro’: siamo un popolo, sappiamo ancora sorridere, possiamo farcela. Sarà  anche poco, ma di questi tempi è molto”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo