CINEMA: FILM ITALIANI A QUOTA 38% MA INCASSI TOTALI IN CALO

DATI ANICA, SALDO NEGATIVO VIENE DA CALO PUBBLICO FILM USA

(ANSA) – ROMA, 23 NOV – E’ boom per il cinema italiano: stando ai dati dal 1 gennaio al 20 novembre, presentati oggi da Anec, Anem e Anica, i film italiani (coproduzioni comprese) sono arrivati in quanto a presenze alla quota di 38,8% (nel 2010 era al 29,60%) e per incassi (203.439.524 euro) al 36,3% (nel 2010 era al 26,88%). Calano però gli incassi totali (dai 631.837.281 di gennaio-novembre 2010 a 564.653.926 euro nello stesso periodo 2011 per un -10,63%) nelle sale italiane, soprattutto a causa della continua perdita di spettatori e incassi per i film americani, passati per presenze dal 60,68% del 2010 al 48,30% del 2011 e per incassi dal 63,79% dell’anno scorso al 50,20% di quest’anno. “I dati confermano la crescita clamorosa dei film italiani – ha detto il presidente dell’Anica Riccardo Tozzi -. In questi mesi del 2011 siamo già  a sei milioni di spettatori in più rispetto al 2010. Entro fine anno potremmo arrivare a una quota di mercato del 40%, un risultato che sarebbe straordinario, unico al mondo”. Tozzi però ha sottolineato che “bisogna far crescere il sistema, serve un maggiore produzione italiana di film popolari e c’é un problema di circuito, servono nuove multisale urbane che non si limitino a fare business sul biglietto ma che offrano anche altri servizi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo