- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

CINEMA: FILM ITALIANI A QUOTA 38% MA INCASSI TOTALI IN CALO

DATI ANICA, SALDO NEGATIVO VIENE DA CALO PUBBLICO FILM USA

(ANSA) – ROMA, 23 NOV – E’ boom per il cinema italiano: stando ai dati dal 1 gennaio al 20 novembre, presentati oggi da Anec, Anem e Anica, i film italiani (coproduzioni comprese) sono arrivati in quanto a presenze alla quota di 38,8% (nel 2010 era al 29,60%) e per incassi (203.439.524 euro) al 36,3% (nel 2010 era al 26,88%). Calano però gli incassi totali (dai 631.837.281 di gennaio-novembre 2010 a 564.653.926 euro nello stesso periodo 2011 per un -10,63%) nelle sale italiane, soprattutto a causa della continua perdita di spettatori e incassi per i film americani, passati per presenze dal 60,68% del 2010 al 48,30% del 2011 e per incassi dal 63,79% dell’anno scorso al 50,20% di quest’anno. “I dati confermano la crescita clamorosa dei film italiani – ha detto il presidente dell’Anica Riccardo Tozzi -. In questi mesi del 2011 siamo già  a sei milioni di spettatori in più rispetto al 2010. Entro fine anno potremmo arrivare a una quota di mercato del 40%, un risultato che sarebbe straordinario, unico al mondo”. Tozzi però ha sottolineato che “bisogna far crescere il sistema, serve un maggiore produzione italiana di film popolari e c’é un problema di circuito, servono nuove multisale urbane che non si limitino a fare business sul biglietto ma che offrano anche altri servizi”.